Più luce sulle bollette

Nell’ambito di un processo di trasparenza e chiarezza delle bollette di fornitura di energia elettrica, l’Autorità Garante per l’Energia elettrica e il gas, in un provvedimento di oggi, ha sanzionato l’Enel distribuzione con una sanzione amministrativa pari a 11.700.000 euro, per aver omesso di indicare sulle bollette elettriche la possibilità di pagarle senza spese aggiuntive. Una punizione che l’azienda non solo ritiene non condivisibile, ma che giudica anche eccessiva e tramite un suo portavoce ha già annunciato l’intenzione di presentare ricorso al Tar del Lazio.

L’obbligo di indicare sulle bollette le modalità di pagamento, fu stabilito dall’Autorità con una delibera del marzo 2000 (“Direttiva per la trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità“), tesa a tutelare gli interessi dei clienti vincolati. Pertanto, ed ai fini della massima pubblicità presso i consumatori, tutte le modalità di pagamento che possono essere utilizzate dal cliente devono essere indicate in bolletta, compresa almeno una che non comporti oneri addizionali oltre all’importo dovuto per la fornitura.
Con l’istruttoria formale, avviata anche su segnalazione di alcune Associazioni di consumatori, l’Autorità ha accertato l’inosservanza da parte di Enel Distribuzione di tale obbligo di informazione, dal settembre 2000 al febbraio 2006, sanzionando la società.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...