Liberalizzazioni: il Decreto diventa Legge

Fonte: Confcommercio

Il Governo ha ottenuto la fiducia al Senato sul decreto Bersani. Con 161 voti a favore e 153 contrari. L’assemblea di Palazzo Madama approva il provvedimento licenziato il 22 marzo dalla Camera.

Liberalizzazioni: il decreto Bersani diventa legge

Ok definitivo al decreto Bersani sulle liberalizzazioni. Con 161 voti a favore, 153 contrari, maggioranza 158, l’assemblea del Senato dice sì alla fiducia ed approva il provvedimento licenziato il 22 marzo dalla Camera. Via i costi fissi delle ricariche telefoniche, revoca delle concessioni per la Tav, ritorno degli istituti tecnici, cancellazione della penale per chi estingue prima del tempo il mutuo. Sono le misure principali contenute nel dl liberalizzazioni, convertito in legge dopo che il Governo ha ottenuto la fiducia anche al Senato. Il provvedimento interviene sulle scuole guida, eliminando i vincoli numerici, e nel settore delle assicurazioni estendendo l’agente plurimandatario anche per il ramo danni, dopo che la finanziaria 2007 ha introdotto questa figura per l’rc auto. Le compagnie devono fare i conti anche con la norma che prevede il ritorno del trasferimento per la classe di merito, cioè la possibilità per il consumatore che stipula un’assicurazione per la seconda auto, di partire direttamente dalla classe di merito in cui si trova la prima autovettura. Molti gli interventi che interessano le professioni: Parrucchieri, estetiste non avranno più l’obbligo di rimanere chiusi il lunedì mentre diventa più facile fare la guida turistica. E diventa più semplice aprire un’impresa, basterà la comunicazione unica. Il decreto sulle liberalizzazioni corregge anche la finanziaria 2007, in particolare il bonus per la rottamazione dei veicoli.

RICARICHE TELEFONICHE, TV-INTERNET-TLC
Dal 4 marzo è sparito il pagamento per la ricarica di carte prepagate, sia per i servizi di telefonia mobile che per quelli di Internet e tv digitale. Non c’e’ alcun vincolo temporale per recedere dai contratti di telefoni, tv, Internet. La richiesta di abolire la tassa di concessione governativa sugli abbonamenti per i cellulari finisce in un ordine del giorno che impegna il governo. Forse finirà in Finanziaria, costa 736 milioni di euro l’anno.

BENZINA
Via libera su strade e autostrade a informazioni comparate sui prezzi dei carburanti. Non ci sara’ la sanzione della revoca per chi non rispettera’ la norma.

RC AUTO
Arriva il plurimandato per le Rc Auto: dalla conversione per i nuovi contratti, dal primo gennaio 2008 per i vecchi.

PUBBLICITA’ VOLI AEREI.
Non potranno più essere fatte offerte o pubblicità di voli aerei senza indicare il prezzo totale comprendente anche le sovratasse.

DATA SCADENZA PRODOTTI PIU’ LEGGIBILE
Le aziende avranno 180 giorni per modificare le confezioni dei prodotti in modo tale che la data di scadenza sarà più facilmente leggibile.
Ma le scorte dei prodotti con le vecchie indicazioni potranno essere smaltite senza dover cambiare etichetta.

GAS.
Previste alcune misure per potenziare gli scambi sul mercato nazionale del gas naturale, partirà la borsa telematica e per le pmi ci saranno maggiori risparmi.

MUTUI CASA
Sara’ possibile l’estinzione automatica in trenta giorni e senza autentica notarile dell’ipoteca sui mutui immobiliari.

VIA PENALE PER ESTINZIONE MUTUI
Nessuna penale per l’estinzione anticipata dei mutui contratti per l’acquisto della prima casa, la Camera ha esteso l’agevolazione ai mutui per ristrutturazioni edilizie. Sono estese a tutti gli operatori finanziari che erogano mutui le misure che erano state inizialmente previste solo per le banche.

PRATICHE PIU’ VELOCI PER ESTETISTE, PARRUCCHIERI
Potranno aprire la propria attivita’ con la “sola dichiarazione di inizio attivita’” (che sostituisce tutte le pratiche previste finora) e senza rispettare il vincolo della distanza minima.

FACCHINI E PULIZIE
Per le attivita’ di pulizia, disinfezione e facchinaggio, bastera’ la sola dichiarazione di inizio attivita’.

GUIDA TURISTICA E SCUOLA GUIDA
Non ci sarà più bisogno di un’autorizzazione preventiva ne’ di requisiti legati alla residenza o parametri numerici. Serviranno ovviamente quelli di qualificazione. Per le autoscuole non sarà più necessario il vincolo di distanza.

ROTTAMAZIONE
Viene esteso il contributo per la rottamazione alle auto Euro 0 o Euro 1, che era stato introdotto dalla finanziaria 2007. Il rimborso per chi non sostituisce il vecchio veicolo coprirà l’abbonamento ai mezzi pubblici nel comune di residenza e del posto di lavoro.

Nei prossimi giorni analizzeremo nel dettaglio il provvedimento.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...