Diffide ad adempiere per il Comune di Procida

In data 27 aprile 2007 l’Ascom di Procida ha inserito al Protocollo del Comune due diffide ad adempiere rivolte al Sindaco, agli Assessori competenti e ai Dirigenti rispettivamente sulle questioni della pulizia delle spiagge e sul commercio su aree pubblica.
Nella prima si sottolinea lo stato di abbandono nel quale sono lasciati gli arenili isolani

“…che invece di essere valorizzati come uno dei principali attrattori turistici vengono relegati a pubblici versatoi di ogni sorta di rifiuto…”.

Sottolineiamo come già nel mese di marzo, a fronte dell’interruzione della pulizia delle spiagge verificatosi nel corso del 2006 in piena stagione turistica, dopo aver chiesto ed ottenuto un impegno più importante per il 2007, lo stesso Sindaco si era impegnato con l’Ascom a garantirne la realizzazione con cadenza giornaliera dal 15 Giugno al 30 Settembre, e settimanale nei periodi che precedono e seguono (Aprile, Maggio ed Ottobre).
Nella seconda si solleva ancora una volta il grave fenomeno di concorrenza sleale nel quale si trovano ad operare gli operatori ortofrutticoli, che svantaggiati in partenza da collegamenti marittimi con la terraferma inadeguati ed inesistenti, che li costringe ad orari e a condizioni di approvvigionamento insostenibili (costringendoli di fatto a ritornare sull’isola in tarda mattinata, quando già gli operatori ambulanti hanno “battuto” il territorio a loro piacimento), si evidenzia che anche in base ad un ordinanza sindacale (186/06),

“…lo svolgimento del commercio su aree pubbliche …si svolge in situazione di grave anarchia…nonchè nella totale assenza delle Autorità deputate a vigilare…”.

In conclusione nei due documenti si invitano e diffidano le Autorità Comunali a provvedere ad ripristinare un controllo ed una pulizia adeguate a questi due gravi fenomeni che affliggono il commercio sull’isola.

Diffida Commercio Aree Pubbliche

Diffida Pulizia Spiagge

Annunci

2 thoughts on “Diffide ad adempiere per il Comune di Procida

  1. Nelle news precedenti avevate parlato di grande risultato dell’ascom che aveva ottenuto la pulizia periodica delle spiagge dimenticando da un lato che si era mosso ed impegnato prima, durante e dopo, dall’altro che gli asini non volano e mi spiego: Se il Comune non riesce a tenere pulite le strade come poteva farlo per le spiagge??

    Cara Ascom, fate una scelta: siete con o contro l’Amministrazione.
    Un pò cercate il dialogo e un pò lo scontro come i classici pagnottisti.

  2. L’Ascom è un’organizzazione di categoria che ha come scopo la tutela e la valorizzazione degli interessi dei propri associati.
    I suoi unici obiettivi pertanto sono la difesa e il miglioramento di interessi collettivi, che persegue con tenacia e imparzialità alla luce del sole.
    Ci siamo dotati di una sede sempre aperta, nella quale ci riuniamo almeno una volta a settimana coinvolgendo anche gli operatori commerciali che non sono iscritti.
    Abbiamo organizzato questo sito, che viene visitato ogni giorno da centinaia di persone (sono più di 21.000 i contatti realizzati in poco più di due mesi provenienti anche dall’estero) che prendono visione in tempo reale di tutta la nostra attività, grazie ad un aggiornamento continuo e in tempo reale.
    Abbiamo affrontato e stiamo portando avanti, le questioni più urgenti che riguardano l’intero settore (traffico e parcheggi, pulizia e illuminazione strade, tickets portuali, organizzazione eventi, promozione turistica, riqualificazione territorio, creazione dei Centri Commerciali Naturali quali nuovo esempio di aggregazione dei negozi di vicinato, qualificazione professionale dei titolari e dei propri dipendenti, lotta al commercio abusivo e irregolare, tariffe e tributi irragionevoli per una categoria che opera in una situazione di estrema difficoltà, in ultimo la grave situazione di crisi economica del settore anche per una stagione turistica che è partita in modo fortemente negativo).
    I suoi dirigenti operano giornalmente e instancabilmente direttamente a contatto con tutti gli operatori commerciali, che ci sottopongono di continuo le più diverse questioni e problematiche certi di trovare non solo capacità di ascolto e di impegno disinteressato, ma anche possibilità di soluzione.
    I nostri interlocutori sono naturalmente tutte le Istituzioni ed Enti preposte al governo del territorio, con i quali il rapporto è continuo, a volte simbiotico, il più delle volte dialettico, a tratti aspro e duro fino ad arrivare, come si può constatare, alle diffide, che non sono dei semplici ammonimenti, ma veri e propri atti giuridici che preludono a ben più gravi esiti giurisdizionali, a cui si aggiunge l’ultimo documento, inserito al Protocollo del Comune di denuncia del grave stato di crisi attuale.
    Constatiamo con soddisfazione l’impegno di altri su questioni importanti e decisive per il nostro lavoro, ignorato peraltro da noi e dagli operatori interessati e auspichiamo pertanto una fattiva collaborazione per giungere ad azioni comuni che hanno come unico obiettivo il miglioramento qualitativo e quantitativo del nostro lavoro e dei tanti giovani che lavorano nelle nostre aziende.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...