Quesito: la moto di cilindrata superiore a 350 cc. e le detrazioni fiscali

a cura di Giorgio Di Dio – Isola di Procida

QUESITO

Sono un agente di commercio, non avendo un auto intestata e avendo deciso di acquistare un moto superiore a 350 cc. chiedo, in relazione al fatto che oggigiorno, lavorare in città come Palermo, dove il problema traffico è molto presente, in virtù delle nuove disposizioni se è possibile portare in deduzione l’iva eventualmente pagata e i costi di funzionamento, carburanti,manutenzione, essendo per me, dimostrabile un bene strumentale 6 gg su 7. grazie

Gioacchino Fiorino – Palermo.

RISPOSTA

La normativa coordinata con la sentenza della Corte di Giustizia CE 14 settembre 2006 n. C-228/05 è la seguente:

Autoveicoli e motocicli di lusso (art. 19-bis 1 lett. a DPR 633/72)

Sono considerati di lusso i seguenti beni:

1) autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e cose, carrozzati a pianale o a cassone con cabina profonda o a furgone anche finestrato con motore di cilindrata superiore ai 2.000 c.c. se benzina o 2.500 c.c. se diesel.

2) motocicli con motore di cilindrata superiore ai 350 c.c.

Per gli autoveicoli l’IVA è detraibile, quale ne sia la cilindrata (quindi anche per quelli non di lusso), solamente se rientrano nell’attività propria dell’impresa, oppure se vengono utilizzati esclusivamente come strumentali.

Per i motocicli, invece, l’IVA è detraibile solamente se formano oggetto dell’attività propria dell’impresa.

Per entrambi i mezzi di trasporto, la detrazione non è mai ammessa per gli artisti e professionisti.
Per beni oggetto dell’attività propria dell’impresa si devono intendere quelli il cui impiego qualifica e realizza l’attività che normalmente ed abitualmente viene esercitata dall’impresa. Pertanto, per attività propria deve intendersi ogni attività compresa nell’ordinario campo d’azione dell’impresa, con la sola esclusione di quelle attività che risultano svolte non in via principale (cioè direttamente rivolte al conseguimento delle finalità proprie d’impresa) ma in via puramente strumentale, accessoria od occasionale. Si può fare l’esempio dei concessionari di vendita, in relazione alle auto destinate alla vendita, o a quelle utilizzate per fornire dimostrazioni ai clienti, nonché alle auto c.d. sostitutive, fornite ai clienti in caso di riparazione della loro auto (a condizione che il contratto con il concedente preveda l’obbligo.

Autovetture, autoveicoli, motocicli e ciclomotori (art. 19 bis 1 lett. c DPR 633/72)

Rientrano in questa categoria i beni in oggetto quando non hanno le caratteristiche per essere considerati di lusso e cioè:

– autovetture destinate al trasporto di persone capaci di contenere al massimo 9 posti compreso quello del conducente con motore di qualsiasi cilindrata;

– autoveicoli per trasporto promiscuo di persone e cose, di peso complessivo a pieno carico fino a 35 quintali, capaci di contenere al massimo 9 posti compreso quello del conducente con motore di qualsiasi cilindrata (non carrozzati a pianale, a cassone o a furgone);

– motocicli con motore di cilindrata non superiore ai 350 cc;

– ciclomotori, cioè veicoli a due o tre ruote, con motore di cilindrata fino a 50 cc.
L’IVA relativa agli acquisti o importazioni dei suddetti beni è detraibile in all’effettivo utilizzo nell’esercizio dell’impresa, arte o professione, in base a criteri di reale inerenza. È probabile che prossimamente la UE conceda all’Italia una quota forfetaria di detraibilità, che dovrebbe aggirarsi all’incirca sul 40%.

Fino al 13 settembre 2006 l’IVA relativa agli acquisti o importazioni di:

1. autovetture destinate al trasporto di persone capaci di contenere al massimo 9 posti compreso quello del conducente con motore di qualsiasi cilindrata;
2. autoveicoli per trasporto promiscuo di persone e cose, di peso complessivo a pieno carico fino a 35 quintali, capaci di contenere al massimo 9 posti compreso quello del conducente con motore di qualsiasi cilindrata (non carrozzati a pianale, a cassone o a furgone);
3. motocicli con motore di cilindrata non superiore ai 350 cc;
4. ciclomotori, cioè veicoli a due o tre ruote, con motore di cilindrata fino a 50 cc.

era considerata indetraibile secondo le seguenti percentuali

85% dal 1° gennaio 2006

90% fino al 31 dicembre 2005

50% nel caso di veicoli con motori elettrici).

Il 14 settembre la Corte di Giustizia CE ha dichiarato illegittima la citata limitazione (e di conseguenza è stata prevista la detraibilità totale in relazione solamente alla percentuale di utilizzo aziendale..

Tuttavia, nei seguenti casi non si applicano i limiti di detraibilità, quindi l’IVA è interamente detraibile:

– mezzi adibiti ad uso pubblico (es. taxi);

– mezzi utilizzati per l’esercizio dell’attività propria dell’impresa (v. n. 4427);

– mezzi acquistati da agenti o rappresentanti di commercio, compresi quelli operanti in forma societaria.

Resta fermo che in caso di uso anche per fini privati, la relativa quota è indetraibile (Ris. Min. 13 febbraio 2003 n. 34/E).

Alla luce di quanto sopra ritengo che per gli agenti di commercio l’IVA sull’acquisto di una moto di cilindrata superiore a 350 cc. continui ad essere indeducibile. Preciso, comunque, che tale interpretazione è strettamente personale perché in merito non esiste alcuna presa di posizione ufficiale da parte dell’Agenzie Delle Entrate. Sarebbe estremamente opportuno, quindi, che ci fosse un chiarimento da parte del Ministero. Per quanto riguarda le spese e i costi di funzionamento permane la deducibilità nella percentuale dell’80%.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 thoughts on “Quesito: la moto di cilindrata superiore a 350 cc. e le detrazioni fiscali

  1. Sarei interessato ad acquistare una moto di grossa
    cilindrata con borse e bauletto centrale perchè avendo
    diversi punti vendita al dettaglio effettuo spostamenti giornalieri di merci fra gli stessi, inoltre praticando diverse consegne a domicilio presso enti in una città come Palermo una moto diventa indispenzabile.
    Domanda : possa acquistarla come aienda e cosa posso dedurre.
    Distinti saluti
    Salvatore Sferrazza

  2. I seem to go along with all the stuff that ended up being put into
    writing throughout “Quesito: la moto di cilindrata superiore a
    350 cc. e le detrazioni fiscali | Ascom Confcommercio Isola di Procida”.
    Thank you for pretty much all the tips.Thanks a lot-Efrain

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...