Rottamazione dei ciclomotori Euro 0

Fonte: FiscoOggi

Largo ai ciclomotori puliti

Partita la campagna di rottamazione. Demolizione gratuita delle due ruote più inquinanti. Sconti per acquistare mezzi più eco-compatibili

Dall’11 giugno chi possiede ciclomotori euro 0, o comunque di fabbricazione antecedente al 2001, potrà usufruire di significativi contributi per l’acquisto di biciclette, veicoli elettrici e ciclomotori di ultima generazione a basso livello di emissioni inquinanti. La rottamazione del vecchio mezzo avverrà a costo zero. Per i nuovi ecoincentivi per le due ruote sono stati stanziati 15 milioni di euro complessivi, di cui 1,5 milioni dedicati ai motori elettrici, e il resto dedicato all’acquisto di nuovi ciclomotori di ultima generazione o biciclette elettriche.

E’ dunque partita, su input del ministero dell’Ambiente, la campagna di rottamazione che permetterà il rinnovamento del parco-ciclomotori nazionale.
In particolare, chi porterà in demolizione un ciclomotore euro 0 o comunque antecedente al 2001 otterrà la copertura totale delle relative spese (anche senza contestuale acquisto del motorino) e sconti differenti a seconda del nuovo mezzo acquisto:

  • il 30 per cento, fino a un massimo di 250 euro, per una bicicletta
  • il 30 per cento, fino a un massimo di 1.000 euro, per un motociclo o quadriciclo a trazione elettrica
  • il 30 per cento, fino a un massimo di 700 euro, per un ciclomotore elettrico o una bici a pedalata assistita
  • il 15 per cento, fino a un massimo di 300 euro, per un ciclomotore euro 2 a quattro tempi o comunque a basso consumo (2,3 litri per 100 chilometri)
  • l’8 per cento, fino a un massimo di 150 euro, per un ciclomotore euro 2 a due tempi.

L’obiettivo dichiarato della campagna per le due ruote è quello di aumentare il numero dei veicoli a motore elettrico e di incentivare l’eliminazione di motocicli assai inquinanti favorendo l’acquisto di due ruote, a motore oppure con pedalata assistita, molto più eco-compatibili.

Assieme ai piani di miglioramento di qualità dell’aria, al Fondo nazionale della mobilità sostenibile, agli stanziamenti per il car sharing e per la diffusione di mezzi al metano e la realizzazione di una migliore rete di distribuzione dello stesso gas, la nuova iniziativa mira ad abbattere progressivamente l’inquinamento nelle città italiane favorendo il rinnovamento dei mezzi di trasporto anche dei privati cittadini.

L’Ancma (associazione nazionale ciclo motociclo accessori), per quanto riguarda la campagna di rottamazione dei ciclomotori, stima che, al traino degli ecoincentivi, le vendite del settore saliranno del 20 per cento nell’anno e si otterrà un significativo vantaggio ambientale soprattutto dalle sostituzioni con i veicoli elettrici, i quali permettono una riduzione media dell’inquinamento del 90 per cento rispetto al vecchio euro 0.

Paolo Tenaglia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 thoughts on “Rottamazione dei ciclomotori Euro 0

  1. Pingback: Bellezza in Bicicletta « Ascom ConfCommercio Isola di Procida

  2. …significativi contributi per l’acquisto di biciclette, veicoli elettrici e ciclomotori di ultima generazione a basso livello di emissioni inquinanti….

    Molto bene grazie per aver riportato questa news, speriamo che anche il nostro paese inizi a muoversi in tal senso non considerando più i veicoli elettrici come ed esclusivamente prodotti di nicchia.

    buon lavoro

    Lory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...