Quesito: Studi di settore e cause di esclusione

a cura di Giorgio Di Dio – Isola di Procida.

QUESITO:

SOCIETÀ DI PERSONE TRASFORMATA NEL 2006 IN SRL: È OBBLIGATA AGLI STUDI DI SETTORE? GRAZIE

Emilio

RISPOSTA

La legge finanziaria 2007, ha confermato, tra le cause di esclusione dall’applicazione degli studi di settore, l’inizio o la cessazione dell’attività nel periodo d’imposta, ponendo però delle eccezioni.

Difatti ora, l’accertamento sulla base degli studi di settore si applica (e la clausola di esclusione non è valida):

  1. In caso di cessazione e inizio dell’attività, da parte dello stesso soggetto, entro sei mesi dalla data di cessazione.
  2. Quando l’attività costituisce mera prosecuzione di attività svolte da altri soggetti.

Riguardo a quest’ultima ipotesi la C.M. 22.5.2007, n. 31 ha chiarito:

Prosecuzione di un’attività preesistente svolta da un altro soggetto:

Non costituisce causa di esclusione dell’applicazione degli studi di settore la prosecuzione dell’attività da parte di un soggetto che rappresenti mera prosecuzione di un’attività svolta da un altro soggetto, come succede nel caso di acquisto o affitto d’azienda, successione o donazione d’azienda, operazioni di trasformazione , scissione e fusione d’azienda.

La circolare aggiunge che

in tutti i casi di “mera prosecuzione” il soggetto che cessa l’attività non sarà assoggettato all’applicazione degli studi di settore, poiché nei suoi confronti troverà applicazione la causa di esclusione relativa alla cessazione dell’attività nel corso del periodo d’imposta.

In considerazione di quanto espresso dalla circolare si ritiene che, nel caso del quesito, la S.r.l. risultante dalla trasformazione è tenuta ad applicare gli studi di settore, mentre non lo è la s.n.c.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 thoughts on “Quesito: Studi di settore e cause di esclusione

  1. salve ho un forte dubbio:
    sto compilando lo ST di una erede che in data 01.07.2006 ha deciso di continuare l’attività del de cuius, premetto che fino al 30.06.2006 si era costituita una comunione ereditaria:
    1) per la comunione ereditaria ho applicato l’esclusione dagli ST e compilato L’ine

    2) per l’erede applico gli ST inserendo il codice 3 “mera prosecuzione”

    la mia domanda è (anche se può sembrare logica la risposta) i dati che inserisco tipo giornate di lavoro dipendenti e più importante i dati di bilancio, sono quelli che si riferiscono dal 01.07.2006 al 31.12.2006 vero?????

    salvo compilare il quadro F dati di patrimonio per il complessivo anno

  2. un mio cliente è deceduto il 20 giu 07 si è aperta la comunione ereditaria, 5 eredi,
    dobbiamo formalizzare una sas,
    ci siamo chiesti:
    -l’erede non applica gli studi
    -la comunione non applica gli studi
    -la futura sas è soggetta a studi
    se formalizzo la sas
    nel 2007 gli studi di settore della sas comprederanno i dati di tutto l’anno o solo dalla data di trasformazione della comunione in sas?
    se al 31\12 esiste ancora la comunione ereditaria questa è soggetta a studi? se si quanti coll. familiari devo indicare nel quadro personale tutti i 5 oppure solo quelli che effettivamente hanno lavorato?
    il fatto che si trasformi la comunione in sas e poi 2 eredi cedano le quote ai tre che proseguono può considerarsi causa di esclusione ? non credo

  3. RISPONDO A PAOLO
    La comunione sia soggetta agli studi fino a che non cessa e, quindi, se al 31/12 esiste ancora li deve applicare. Dal momento della trasformazione in SAS, la comunione non è più soggetta, mentre la SAS sì, ritengo per i soli mesi di esercizio dell’attività.

    Giorgio Di Dio

  4. metttere in liquidazione una SrL entro il 2008, è comunque soggeto agli studi di settore? ovvero può la società chiudere in perdita nell’anno di cancellazione?
    Grazie

  5. RISPONDO A MATTEO
    La SRL, in liquidazione, si trova in una situazione di non normale svolgimento dell’attività, per la quale opera la causa di esclusione dagli studi di settore. La società, però, è tenuta, comunque, alla compilazione del modello studi di settore con la sola finalità della individuazione di appositi indici idonei a rilevare la presenza di ricavi o compensi non dichiarati.
    Ciao
    Giorgio Di Dio

  6. Salve, nel caso in cui da una societa’ snc in data 15.03.07 un socio ( X ) cede tutto all’altro ( Y ), quest’ultimo si apre la partita iva in data 27/03.2007 e continua ad esercitare la stessa attivita’ ….. domanda ….

    il socio ( Y ) è soggetto agli studi di settore ???????

    grazie dell’aiuto

  7. Salve, nel caso in cui un professionista si trasformi prima in impresa individuale e, successivamente, dia in affitto l’azienda ad una sas nel corso dello stesso esercizio, è necessario elaborare 3 studi di settore:
    per il professionista;
    per l’impresa individuale
    per la sas???

    grazie per l’aiuto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...