Sicurezza sul lavoro e chiusura dell’attività: le istruzioni

a cura di Giorgio Di Dio – isola di Procida

La nuova legge sulla sicurezza sul lavoro (l. 123 del 3 agosto 2007) prevede la possibilità di sospendere un’attività imprenditoriale.
La sospensione è disposta nei seguenti casi:

  1. Se viene riscontrato l’impiego di personale non risultante da scritture o altra documentazione obbligatoria in misura superiore al 20%.
  2. In caso di reiterate violazioni della disciplina sul superamento dei tempi di lavoro e riposo.
  3. In caso di reiterate violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

L’art. 5 della legge sulla sicurezza prevede la comunicazione del provvedimento di sospensione alle amministrazioni competenti, le quali ultime “dovranno emanare un provvedimento interdittivo” alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni e alla partecipazione a gare pubbliche.
Il provvedimento interdittivo avrà durata pari alla sospensione dell’attività dell’impresa e può essere allungato per un secondo periodo di tempo non inferiore al doppio della durata della sospensione e comunque non superiore a due anni.

La nuova legge sulla sicurezza entra in vigore sabato 25 agosto 2007.

Appena prima dell’entrata in vigore della legge, il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ha emanato la circolare prot. 0010797 del 22 agosto 2007 con la quale ha chiarito gli aspetti applicativi della legge, stabilendo che:

  1. La nuova legge trova applicazione per tutte le attività imprenditoriali e non solo per le imprese edilizie, come era precedentemente previsto dal D.L. 223/2006.
  2. Il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale può essere adottato dal personale ispettivo del Ministero Del Lavoro e dal personale ispettivo delle AA.SS.LL.
  3. Nel conteggio del 20% dei lavoratori in nero va ricompresso anche il personale extracomunitario clandestino (per il quale si applica anche la maxisanzione prevista dall’art. 36 bis del D. L. 223/2006).
  4. Nell’applicazione del provvedimento viene riconosciuto un potere discrezionale agli ispettori, i quali dovranno sempre tenere presente il fine della legge che è quello di garantire l’integrità psico-fisica dei lavoratori.
  5. Il provvedimento di sospensione dell’attività deve essere trasmesso ai Carabinieri, alla Questura e al Comune del luogo dove è situata l’unità produttiva oggetto dell’interdizione, che dovranno controllare l’osservanza del provvedimento.
  6. L’inosservanza del provvedimento di chiusura costituisce reato penale (art. 650 c.p.) e viene punito con l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino ad euro 2.056,00.
  7. Il personale ispettivo dovrà assegnare al contravventore un termine per regolarizzare le violazioni accertate. Fermo restando il termine impartito con il provvedimento di sospensione, il datore di lavoro potrà procedere subito alla regolarizzazione al fine di ottenere la revoca della sospensione.
  8. La revoca del provvedimento si potrà ottenere solo dopo aver regolarizzato tutti i lavoratori in nero, registrandoli sui libri obbligatori , versando tutti i contributi previdenziali ed assistenziali anche arretrati, e applicando la normativa sulla sicurezza del lavoro. Inoltre dovranno essere ripristinate tutte le condizioni legali sui tempi di lavoro, sui riposi giornalieri e settimanale . Infine dovrà esser pagata una sanzione amministrativa aggiuntiva pari ad un quinto di quello complessivamente irrogate.
  9. E’ prevista la possibilità di impugnare il provvedimento in via gerarchica presso le Direzione Regionali del Lavoro territorialmente competenti, e, ovviamente, la possibilità della Direzione Provinciale del Lavoro di revoca o sospensione del provvedimento in sede di autotutela.
Annunci

One thought on “Sicurezza sul lavoro e chiusura dell’attività: le istruzioni

  1. Pingback: Sicurezza sul lavoro e chiusura dell’attività: il ricorso « Ascom ConfCommercio Isola di Procida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...