SANGALLI: “UN PATTO PER DARE PIÙ FIDUCIA AL PAESE”

Il presidente di Confcommercio ha aperto i lavori della decima edizione del Forum di Cernobbio proponendo “un patto tra Governo, istituzioni e forze sociali per dare più fiducia al Paese, alle famiglie e alle imprese”.

Un “patto” tra Governo, istituzioni e forze sociali per dare più fiducia al Paese, alle famiglie e alle imprese. E’ la proposta lanciata a Cernobbio dal presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, nella conferenza stampa che ha aperto ufficialmente la decima edizione del Forum “I protagonisti del mercato e gli scenari per gli anni 2000”, organizzata da Confcommercio in collaborazione con Ambrosetti ed Intesa Sanpaolo fino a domenica 15 marzo. L’obiettivo non è quello di “scassare i conti pubblici“, quanto piuttosto di far sì che “il Pil del nostro Paese cresca, nel prossimo biennio, sensibilmente di più di quanto ad oggi è realistico attendersi. Sostenendo, in questo modo, sia la tenuta dei conti pubblici, sia la tenuta dell’occupazione”. Per Sangalli, insomma, è tempo di “un supplemento di responsabilità condivisa da parte di tutti. In Europa, “con una maggiore consapevolezza politica della portata della crisi. E, dunque, non esitando tanto a procedere ad ulteriori riduzioni del costo del denaro, quanto ad un’esplicita rilettura ed attualizzazione del Patto di stabilità e di crescita”. In Italia, “tra le istituzioni ed i diversi livelli di governo, tra maggioranza ed opposizione, tra le forze sociali. Perché, proprio nel tempo della crisi, occorre tenacemente portare avanti tutto il cantiere delle riforme strutturali necessarie per risolvere i nodi dell’agenda italiana della competitività difficile e della produttività stagnante o declinante”. A partire dalla  “madre di tutte le riforme, quella della struttura della spesa pubblica“, condizione essenziale per “una realistica riduzione di pressione fiscale, che avanzi in parallelo al contrasto ed al recupero di evasione ed elusione”.

Il presidente di Confcommercio ha poi affrontato la questione del credito, definita “una vera e propria emergenza”. Per contrastare la stretta creditizia, che pesa soprattutto sulle pmi, “sarà importante l’attuazione delle misure individuate per il rafforzamento patrimoniale delle banche, e la vigilanza sugli impegni a favore delle famiglie e delle pmi. Ma occorre anche rafforzare il ruolo degli strumenti di garanzia con più risorse e con l’attivazione della garanzia di ultima istanza dello Stato.

Insieme, vanno sbloccati i ritardi dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni nei confronti dei loro fornitori. Crediti che, nel complesso, valgono qualcosa come 2,5 punti di Pil”. A questo scopo un ruolo importante potrebbe essere svolto dal nuovo Fondo per l’economia reale e per le pmi istituito presso la Presidenza del Consiglio, una quota del quale – è la proposta di Sangalli – potrebbe essere destinata “ai processi di ristrutturazione e modernizzazione di quell’economia dei servizi di mercato, che ha fin qui recato un contributo alla formazione del Pil e dell’occupazione ben superiore al 40%. Sostenere l’innovazione dei servizi ne consentirebbe, infatti, importanti miglioramenti di produttività e, in questo modo, un ancora più importante loro concorso al superamento della crisi e al ritorno alla crescita”.

Le pmi – ha concluso il presidente di Confcommercio – sono la più grande risorsa del Paese sulla quale far leva, proprio nell’anno della grande crisi, per contrastare la recessione e per tornare a crescere. Queste imprese non chiedono politiche da riserva indiana, ma di essere messe in condizioni di competere e di crescere. Queste imprese ed i loro lavoratori sono l’Italia produttiva che, di fronte alla crisi, non pensa certo di tirare i remi in barca. Anzi, è l’Italia produttiva che vorrebbe davvero far della crisi un’occasione. L’occasione per costruire un Paese più ambizioso e più giusto”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...