IL SENSO INCOMPIUTO ( INGANNI E SOVRAPPOSIZIONI ).

 

Porfirio Lubrano Lavadera.

Porfirio Lubrano Lavadera.

Sovente recandomi sul continente per motivi di lavoro  con precisione da orologio elvetico, sento tanta gente dire di doversi recare ai centri commerciali .

“ Non ho trovato un negozio per acquistare un paio di scarpe ai miei bambini“,  sento spesso mamme lamentarsi per la mancanza e/o per la penuria di tale tipo di merce . Ed ancora : “ Non ho trovato un abito adatto per la comunione dei miei figli “   eppure , mi
chiedo i bambini ci sono,  ci sono stati e ci saranno sempre da quando mondo è mondo  e gli abiti , siano essi da cerimonia o comunque meno impegnativi,da sempre servono  . Orbene  e  senza essere troppo generico, vago, semplicistico e comunque approssimato( anche perché il discorso è tanto ampio da comprendere anche i generi alimentari ad esempio ) , è come se vivessi IL SENSO INCOMPIUTO ,  è come insomma se avessimo tradito la nostra stessa genìa , fin quasi a non rendercene conto, fino a rendere patologico il nostro rapporto con la terra ferma, una sorta di  “ guerra “ al continente,  rimanendo fedeli alle nostre origini, alla economia nostrana
soltanto come “ pace armata “ .

Come se  monopoli, oligopoli e libero mercato fossero soltanto le inconsce aspettative di ognuno di noi, dimenticando che il libero mercato si può vivere già in loco , ampliando l’offerta della giusta misura senza temere ingressi dell’economia esterna ,evitandone almeno l’abnormità . Dunque è come se INGANNI E SOVRAPPOSIZIONI , siano divenuti quasi la regola e non la doverosa eccezione , emigrando i nostri bisogni d’acquisto fuori Procida, giustificandoli conla logica del pesce grande che mangia quello piccolo.
INGANNI E SOVRAPPOSIZIONI che invece ritengo debbano ormai essere relegati nell’alveo di una parentesi, come tale occasionale, sporadica e cosi meramente residuale , il tutto quindi senza più ingannare la nostra economia né sovrapporla a quella esterna , semplicemente cioè evitando di snaturare ciò che a Procida si è comunque sempre fatto, prodotto e posto sul mercato da sempre. In tempi come questo,di vacche magre , l’imperativo categorico è ripartire molto dal basso, senza lasciarsi fuorviare da facili entusiasmi né impelagarsi in vuote filosofie né tantomeno proporsi come eroi . Ripartire quindi essendo propositivi ed al contempo essere aperti ad ogni e qualsivoglia iniziativa economica che dia respiro ad una economia sempre più chiusa della nostra isola .

Ripartire, pertanto, con tutte le energie presenti  e le iniziative proposte , ponendo a fondamento la totale apertura di chi spera di rappresentare degnamente tali forze, tali energie, con particolare riguardo alla imprenditoria giovanile ,  fornendo un supporto conoscitivo   imperniato sulla promozione di formazione ed aggiornamenti imprenditoriale .

Un mercato libero insomma che però non si limiti più in confusioni  ed orticelli , troppo vaghi ed approssimati per reggere le odierne esigenze del mercato, in continua evoluzione.  Un continuo adeguamento, pertanto, alle mutevoli esigenze del mercato imprenditoriale – e più in generale commerciale – in modo da non disperdere inutilmente energie da parte di chi vuole essere presente concretamente in un sistema economico laddove domanda ed offerta debbano talmente armonizzarsi da compenetrarsi

Da qui nasce forte l’esigenza di cartelli e convenzioni nella superiore logica della unità di intenti onde cementare le forze di coesione fra l’imprenditoria ad ogni livello. Crescendo  il carattere variegato dell’offerta, anche la domanda tenderà ad aumentare con un prodotto sempre più vasto  ed appetibile . (continua.)

Porfilio Lubrano Lavadera

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...