Isola dei Misteri, AscomProcida e i “Presepi Made in Sud !!!”.

Premio Nunzio Arbilli 2014 2° edizione .

www.confcommercio.it

Camera di Commercio di Napoli

Confcommercio della Provincia di Napoli

Isola dei Misteri

 

Locandina della serata finale del Premio Nunzio Arbilli 2014.

Locandina della serata finale del Premio Nunzio Arbilli 2014.

Il prossimo martedì 6 gennaio 2015, in occasione della Befana, l’Associazione l’ Isola dei Misteri, in collaborazione con l’Ascom Procida Confcommercio , l’Ascom Confcommercio di Napoli, la Camera di Commercio partenopea ed il Comune di Procida , darà vita alla serata finale della Mostra concorso Premio Nunzio Arbilli seconda edizione, esposizione competitiva di presepi appartenenti alle categorie tradizionale, d’autore e studenti ed ispirato alla straordinaria figura di Nunzio Arbilli, piccolo ma grande maestro presepiale

Nunzio in mezzo al suo presepe.

Nunzio in mezzo al suo presepe.

Toni Arbilli alla Processione del venerdì santo

Toni Arbilli alla Processione del Venerdì Santo.

isolano che dopo aver dedicato una vita intera con applicazione encomiabile  ai Misteri del Venerdì Santo ha poi impiegato questa  sua passione verso il mistero  più grande, la Natività di Gesù. Un legame,  questo, che lo ha portato per tanti anni a peregrinare nei luoghi più disparati alla ricerca di un ciaciglio adatto al ripetersi del miracolo della nascita, riuscendo a segnare la propria esperienza artistica, semplice ed efficace, fatta  con grandissimo amore, intorno ai momenti estremi della vita di Gesù , quello della fine è quello dell’inizio, quasi a voler significare che il senso più profondo del sacrificio   sia nel rinnovarsi continuo di  vita rinnovata , di nuova energia, intorno alle nuove figure del presepe. Come quest’anno quando l’Associazione Isola dei Misteri, ha organizzato la seconda edizione del Premio Nunzio Arbilli nella ex Chiesa di San Giacomo che il prossimo martedì 6 gennaio, giorno della Befana, avrà il suo momento conclusivo di questa  Mostra Concorso iniziata l’otto dicembre 2014 con l’inaugurazione dell’esposizione dei presepi concorrenti nuovamente con la presenza commossa del figlio , Toni Arbilli . I Presepi in concorso saranno esaminati da una giuria tecnica, composta da Antonietta Righi, pittrice, Giuseppe Lubrano Lavadera, Presidente dell’ Isola dei Misteri, Eugenio Michelino, Presidente dell’Ascom Procida, Domenico Ambrosino, Direttore del Procida Oggi e giornalista de Il Mattino, Giacomo Retaggio, scrittore e medico, Domenico Lubrano Lavadera , Priore della Congregazione dei Turchini,  con una valutazione numerica ( da uno a 5 ) sulla base di quattro parametri ( tradizionale, scenografico, inventivo e giudizio complessivo )

Questo slideshow richiede JavaScript.

e da una giuria popolare attraverso la propria preferenza espressa durante tutto il periodo di esposizione. A coronamento della serata l’esibizione degli artisti di Made in Sud , ” I Malincomici ” e il duo ” Ivan e Cristiano” con uno spettacolo dal divertimento assicurato  per  piccoli e grandi appassionati della comicità e dell’ironia sana e rigenerante. Inoltre, grazie anche all’intervento dell’Ascom Procida ed in primo luogo del suo Presidente Eugenio Michelino, che ha fortissimamente cercato e voluto la collaborazione della Camera di Commercio di Napoli e dell’Ascom Confcommercio  della Provincia di Napoli, in particolare del suo Presidente, Cavalier Pietro Russo, oltre all’intervento degli artisti di Made in Sud, presso alcuni stand collocati all’esterno della ex chiesa di San Giacomo saranno realizzati  alcuni momenti gastronomici e di prodotti tipici locali artigianali ed alimentari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Eugenio Michelino, presidente Ascom Procida.

Eugenio Michelino, presidente Ascom Procida.

” E’ appena iniziato un nuovo anno- sottolinea Eugenio Michelino- ed oltre a trascinarci i problemi di quelli precedenti all’orizzonte non si vedono segnali di cambiamento immediati. Occorrono nuovi stimoli, nuove prospettive e questi possono venire solo da persone nuove che sappiamo mettere da parte i propri interessi personali e spendersi il piu’ possibile per il bene comune. Il commercio ha bisogno di una ripresa dei consumi nei negozi tradizionali, che sono ancora dei luoghi familiari dove poter fare i propri acquisti , ed in quanto tali affidabili, professionali, aperti all’innovazione ed allo sviluppo e sempre disponibili. In questi negozi, che tengono illuminate le strade, le piazze, che con le loro iniziative come questa “Animiamo il Natale” rendono ancora vivi i paesi, sono cresciuti generazioni di procidani e di italiani che poi hanno potuto dare il proprio contributo importante, vitale, etico, culturale, alla crescita delle famiglie, delle comunità, della nazione. Credere ancora nel commercio significa ancora credere nel tessuto delle PMI ( piccole e medie imprese ) che hanno risollevato l’Italia nei momenti di crisi e l’hanno resa paese moderno, competitivo e punto di riferimento anche nel mondo. Come commerciante il mio augurio va anzitutto a tutti i commercianti ed alle loro famiglie perchè possano continuare a lavorare con meno affanno e maggiore serenità ,  all’Associazione, di cui mi onoro di far parte, di riuscire ad essere ancora come lo è sempre stata, elemento di  sostegno, solidarietà, formazione per tutta la categoria, a tutti per un anno migliore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ringrazio gli splendidi ragazzi dell’Isola dei Misteri , per la loro opera meritoria di difesa e valorizzazione delle tradizioni procidane,  la Camera di Commercio di Napoli e l’Ascom Confcommercio della Provincia di Napoli, con il Presidente Pietro Russo, con i quali sono in un  continuo rapporto di collaborazione per cercare soluzioni e prospettive per tutti gli appartenenti alla categoria, il Comune per la disponibilità del locale. Ed ora affidiamoci alle risate, al sorriso, da dove  possono anche  nascere stimoli per ripartire, con i comici, gli artisti di Made in Sud.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Infine ancora un’invito  a tornare a spendere nei negozi dell’isola, nei negozi sotto casa. Come si faceva una volta, come si diceva una volta “…casa e puteca, una cosa!!!. “

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...