Corsi e ricorsi formativi del Mare Nostrum.

Questa locandina, affissa presso “La Grotta dei Saraceni”, di Salvatore Trapanese, ( docente presso diversi istituti alberghieri della nostra penisola, Cagliari, Ischia, Bagnoli ) può rappresentare la sintesi di uno dei temi fondamentali dei tre giorni dedicati al mare che l’Ascom Confcommercio di Procida ( in collaborazione con l’Ascom Confcommercio -Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli, la Camera di Commercio di Napoli, l’Agripromos ed il Comune di Procida ) ha proposto ai tanti isolani e non, intervenuti alla manifestazione Mare Nostrum, ma sopratutto agli imprenditori dell’isola ( sono oltre 500 le partite iva presenti sul territorio, con più di trecento aziende impiegate nel settore commerciale e turistico ) oltre il legame associativo.

Nelle parole dello stesso Salvatore,  responsabile dello stand dedicato alla somministrazione gratuita del pesce azzurro locale insieme agli splendidi studenti dell’Istituto Alberghiero “V. Telese” di Ischia,  ci sono i numeri ed il senso di quanto è avvenuto.

Oltre 2 quintali di alici fritte, 30 kg di pasta ( gnocchetti al tonno e pomodorino, mezze penne con alici in bianco, spaghetti aglio, olio e peperoncino ) stanno a testimoniare un impegno ed un valore che va oltre i numeri. Continua a leggere

Annunci

Il Mangiare è mangiare.

Fonte: www.jobtel.it, Il Sole 24Ore

” Il mangiare è mangiare ” diceva Totò in uno dei suoi tanti film.

” A tavola non si invecchia mai”, suggerisce un antico proverbio.

 

Tra l’antica saggezza e la sempreterna ironia , si inserisce la capacità imprenditoriale italiana di riuscire comunque non solo a tener vivo un settore,

l’industria alimentare, ma a rilanciarlo, anche attraverso nuove assunzioni.

Continua a leggere

km ovvero miglio 0, un’oppurtunità.

Fonte: La Repubblica.

Questo può essere l’unico caso in cui la somma di due zeri, diventa un numero positivo.

Un’offerta delle aziende commerciali e parimenti una richiesta dei consumatori  nel segno del km zero possono diventare un’occasione di guadagno per gli uni e risparmio per gli altri.

” Perchè a Procida non si raccolgono più i melograni?”, chiedeva l’autrice Imma Gargiulo, in occasione della presentazione del suo libro, “Le ricette di Imma”, lo scorso sabato, presentato a Mare Nostrum, ” eppure ricordo che  mia nonna lo faceva diventare oltre che un’alimento anche un gioco”.

E “perchè” si chiedeva Riccardo Strada, Direttore del Parco Marino Regno di Nettuno, ”  le imbarcazioni da pesca buttano il pescato, pesce azzurro, in eccesso nelle acque del porto di Pozzuoli?”, aggiungendo ” lo si potrebbe utilizzare per  farne cibo fresco per allevamenti di pesci”.

Quest’indagine, di cui rinviamo alla pagina di Repubblica,  sembra confermare un’evoluzione dei consumi che va al di là di una  semplice tendenza, sembra profilarsi uno sviluppo di abitudini di vita degli italiani e dei loro consumi, non solo alimentari, verso un utilizzo equilibrato delle loro risorse, per esempio verso  acquisti a Km 0, ( o pesce miglio 0, che è stato il tema dominante di tutta la manifestazione Mare Nostrum ). Continua a leggere

Ultimo giorno Mare Nostrum.

Dopo un risveglio lento e sonnacchioso per molti , ma non per il commercio, che preprara in quest’ultima giornata di Mare Nostrum un corso di vela un  corso di cake design e  soffitte in piazza.

In serata  musica,alici , cabaret di Enzo e Sal ( da Colorado Cafè eMade in Sud ), tango in banchina e chiusura con spaghetti aglio, olio e peperoncino.

La Casa del Commerciante.

“…una casa umile , ma onesta”, verrebbe da dire, senza voler abusare  dell’invenzione sublime di Massimo Troisi.

E così dopo tanto perigrinare, anche il commerciante di Procida trova casa in via Principe Umberto n.70, sede della nostra associazione.  Ne daremo completa informazione anche durante Mare Nostrum, su orari e  modalità. Una casa con più ospiti, tra i quali ( ironia della sorte) anche la Federconsumatori locale, un modo per dividere le spese e un occasione di confronto con consumatori ed utenti.

Tutti, associati e non sono invitati. La Casa del Commerciante è sempre aperta.

No coke!!!…Cake design.

 Entrando nel negozio di  Raffaella   si torna indietro con l ‘età . Non c’è angolo dove lo sguardo non si fermi con avidità e con l’acquolina in  bocca. L’Isola di dolcezze e’ più di un negozio, e’ il luogo ideale dove ogni bambino vorrebbe essere lasciato dai propri genitori. Ogni genere di leccornia,cioccolata, caramelle, liquirizie, lecca-lecca, gomme, confetti e ancora cacao, vaniglia, pasta di mandorla, pasta di zucchero. E proprio partendo da quest’ultima, che questa moderna Dulcinea ha pensato bene di proporre a tutti i suoi clienti e non solo un mini corso di cake design, la decorazione delle torte, domenica mattina presso gli stand  di Mare Nostrum con la preparatissima Marica De Candia, visto il grande successo che questo tipo di lavorazione delle torte sta avendo anche a Procida. Un’attività in ascesa, ( trasferitasi  a Marina Grande  dopo l’iniziale esperienza a Madonna della LiberA )quella di Raffaella di cui diamo notizia, grazie sopratutto alla gran voglia di fare, di sperimentare, di mettere generi ed attività affini a confronto.

Un esempio di valorizzazione dei prodotti attraverso la dimostrazione pratica del loro impiego.

” La torta – mi dice- si mangia prima con gli occhi!!!,  e non è vero che fa male, si può mangiare tutti i giorni, ogni giorno una ricetta “, quella che lei stessa propone dalla pagine del suo sito.

Appuntamento a domenica…Yes, we cake!!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

I have a dream…a blue dream.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 Il  sogno di  Antonio Scotto di Perta, titolare di un’impresa ( la Blue Dream sailing charter ) di noleggio e vendita barche ( che riceverà un riconoscimeto da parte dell’Ascom Confcommercio di Procida nell’ambito della Manifestazione Mare Nostrum, 19, 20 e 21 ottobre prossimi), è sicuramente quello del mare, ma non solo come luogo ed elemento del suo lavoro. Ragioniere, poi laureato in economia, con un  ottimo lavoro presso la MSC, un giorno decide di dedicarsi interamente alla sua realizzazione. “L’episodio decisivo – mi dice- avviene  quando incrocio nelle mie letture ( è un appasionato e vorace lettore, ma non ha molto tempo da dedicare) “Diario di un killer sentimentale”di Luis  Sepulveda. ” Quando la mattina ti guardi allo specchio e ti domandi  cosa fare,    capisci che è giunto il momento di cambiare, di seguire un’istinto”. Quando lo finisce di raccontare seriamente, per un attimo rimango colpito e  penso al libro galeotto, per fortuna dura un’attimo perchè subito Antonio smorza con una fragorosa risata, che contagia me e la sua preziosa collaboratrice Arca ( ” è lei che ogni giorno stabilisce l’agenda degli impegni”).  Con un misto di stupore e ammirazione, continuo ad ascoltarlo parlare del suo lavoro, ma sopratutto di ciò che gli sta più a cuore, i giovani e il mare.

Una passione che lo ha portato nel giro di circa 10 anni, ad iniziare quest’attività senza neanche una barca , per averne ad oggi 20, con quattro, cinque dipendenti fissi tutto l’anno, che  diventano 20 in piena stagione (  sono gli skipper delle sue imbarcazioni, fra i quali non c’è alcun procidano) ed ancora tanto lavoro intorno alle barche ( a parte un meccanico, unico locale,  un tecnico elettronico, entrambi  suoi dipendenti ) per la pulizia delle barche, la tappezzeria, la falegnameria, la sartoria, la lavanderia, la progettazione e realizzazione ( l’onnipresente maestro d’ascia), l’accoglienza e l’assistenza clienti, la navigazione , professionalità che purtroppo sull’isola mancano. E proprio durante il nostro colloquio entra Simon, skipper napoletano, che lo ragguaglia di alcune riparazioni da fare all’attrezzatura  accordandosi per verificare il prezzo più conveniente . Continua a leggere

Mare Nostrum.

Mare Nostrum.

Mare Nostrum, conferenza stampa di presentazione.

Fonte:Forum Italia.

“Il mare rappresenta una risorsa di fondamentale importanza per il nostro territorio. Il nostro obiettivo è quello di creare una offerta turistica che vada oltre la stagione estiva, utilizzando al meglio il patrimonio paesaggistico, ambientale e gastronomico della nostra terra, mettendo in risalto le tante eccellenze della regione”. Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Napoli — Imprese per l’Italia, nel corso della conferenza stampa di presentazione della manifestazione “Mare nostrum”, in programma a Sorrento dal 5 al 7 ottobre e a Procida dal 19 al 21 ottobre. Due weekend finalizzati alla promozione, al rilancio e alla conoscenza dei prodotti tipici e delle eccellenze locali del settore ittico ed enogastronomico.
“L’obiettivo è quello di valorizzare uno degli asset economici della nostra regione”, ha sottolineato Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio di Napoli. “Il pescato può rappresentare una forma di integrazione del reddito e di valorizzazione delle nostre risorse culinarie, per un’area come quella della provincia di Napoli che presenta eccellenze di naviganti, armatori e pescatori“. Continua a leggere

Mare Nostrum, isola di Procida 19, 20 e 21 ottobre 2012.

Eventi

Stand di degustazione gratuita

Musica

Cabaret

Convegni

Poco più di 3.5 kmquadrati.

Appena un fazzoletto di terra dall’orlo frastagliato, una porzione eccessivamente minuscola di superficie terrestre, un’isola così piccola che anche “isola” sembra una parola troppo grande per lei.

Eppure alla fine l’amore è nelle piccole cose.

E di Procida ci si innamora.

C’è chi lo fa fulmineamente appena entra con il traghetto nel porto principale di Marina Grande: qualcuno si rivede addirittura bambino mentre ammira le scatole di colori delle case che si affacciano all’ingresso dell’isola. Ogni abitazione una tonalità diversa, affinchè il marinaio tornato da un lungo viaggio potesse subito riconoscere la sua casa.

Ma chi dovesse rimanere esente dal colpo di fulmine, difficilmente saprà sottrarsi all’abbraccio dell’isola nei giorni seguenti.

Continua a leggere